Non è un matrimonio perfetto senza il confetto!

Il confetto è un bon bon formato da una mandorla ricoperta di zucchero che simboleggia fortuna e prosperità. Il termine deriva dal latino ‘confectum’, participio passato di conficere, e significa preparato o confezionato. Nel Medioevo utilizzando questa parola ci si riferiva maggiormente alla confetture o alla frutta secca ricoperta di miele.

Secondo alcuni studi che si riferiscono alle testimonianze della Famiglia Fazi (447 A.C.) e di Apicio (14-37 D.C.) amico dell’imperatore Tiberio, in cui il confetto era già conosciuto. Gli antichi Romani usavano queste prelibatezze per celebrare varie occasioni, in particolare nascite e matrimoni, ma all’epoca al posto dello zucchero si utilizzava il miele che, assieme alla farina utilizzata per addensare, avvolgeva la mandorla disposta al centro.

Di questo prodotto gastronomico si ha notizia a Venezia portati in occidente durante i continui pellegrinaggi mercantili dell’epoca dall’estremo oriente. Nell’impero bizantino era usanza gettare dai balconi questi dolcetti nobiliari durante le festività del carnevale.
Quando lo zucchero venne importato in Europa nel VIII secolo, grazie alla dominazione araba, ma bisogna aspettare il XV secolo per vedere il reale utilizzo nella produzione dei confetti.

A Sulmona, in pieno Rinascimento, in Abruzzo nasce la fabbricazione moderna di questo dolce.

Il secolo successivo invece all’interno del Monastero di Santa Chiara si dà il via alla lavorazione artistica del confetto grazie all’impiego dei fili di seta che univano fiori, grappoli, spighe e rosari. Durante il Quattrocento lo Stato Pontificio usava i confetti dandoli come omaggio agli attori teatrali in seguito alle performances.
I confetti possono essere di colori diversi in base all’occasione di riferimento che si vuole celebrare, bianchi candidi come il latte se si parla di matrimonio. Da sempre contenuti dentro i sacchetti essi sono sempre dispari perché è il significante
dell’indivisibilità dell’unione tra due persone, questo è il motivo per cui gli sposi consegnano insieme la bomboniera durante il festeggiamento del matrimonio.

Parlando di confetti non si può non parlare della bomboniera, dal francese ‘bombonnière’, nata nel 1700 ed era una piccola scatola che conteneva i dolci tipici.

Prima che diventasse alla moda in Francia, tra le nobildonne dell’epoca, la bomboniera aveva già fatto il suo ingresso nel nostro paese quando per il fidanzamento i futuri sposi e le famiglie si scambiavano queste boîtes utilizzandole successivamente come porta gioielli. Alla Corte del Re Luigi XIV di Francia si donavano bomboniere lavorate con materiali preziosi e raffinati come la madreperla, l’avorio, smalti e l’oro. È merito dei coniugi Vittorio Emanuele ed Elena del Montenegro, sposati nel 1896, della tradizione di donare le bomboniere durante la festa di nozze.

nobildonna
Molti scrittori e intellettuali hanno dedicato versi e frasi ai confetti, uno su tutti il nostro Boccaccio nel Sonetto di Folgore S. Gimignano (XIV secolo). Poi vi è Alessandro Manzoni, lo scrittore dei matrimoni per eccellenza, e Goethe il quale regalò alla sua futura moglie uno scrigno pieno di confetti. Tra il 1800 e il 1900 Giacomo Leopardi, Giosuè Carducci, Giovanni Verga, Giovanni Pascoli e il dandy Gabriele D’Annunzio hanno citato il confetto all’interno dei poemi, vero protagonista delle cerimonie solenni.
Come già accennato in precedenza il confetto di Sulmona è così amato al mondo al punto che il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali lo ha inserito nei prodotti P.A.T. (Prodotti Agroalimentari Tradizionali Italiani) grazie all’impiego della mandorla di Avola prodotta nella Sicilia Orientale.
Mi sembra giusto dire che il profumo di fiori e il sapore di confetti siano sintomo di sposi perfetti!

Salva

Facebook Comments

Maria Carola Leone

"Maria Carola, anima in continua evoluzione. Amo la cultura e le tradizioni, i profumi e i sapori del matrimonio. Curiosa e dinamica con un forte senso eclettico".

0 Comments

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

©2019

CONTATTACI

Non siamo presenti al momento, scrivici, ti risponderemo il prima possibile !

Sending
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account