Le fedi si raccontano: radici storiche ed evoluzione

Lo scorso pomeriggio ero al bar con un’amica che non vedevo da parecchio tempo, e mentre stavamo comodamente sedute in un bar raffinato, dallo stile sobrio a prendere un buon caffè noto in lei un piccolo particolare: la fede al dito.
Con scetticismo le domando cosa sia, lei con ironia inizia a parlarmi delle radici storiche e l’evoluzione della fede.
Resto sempre più perplessa penso che la cameriera del bar abbia portato un caffè corretto; poi inizia a dirmi…

Una promessa è per sempre e questo anello rappresenta l’atto di legare una persona all’altra in una storia d’amore; il termine “fede”, dal latino “fides” a significare fedeltà ma anche a ricordare Fides la dea romana a simboleggiare “lealtà”. Lo sapevi?

Rimango sempre più attonita, sorseggio il mio caffè amaro dalle caratteristiche organolettiche degne di essere tali e poi resto incuriosità ad ascoltarla.

L’anello matrimoniale, usato generalmente negli spodalizi cristiani fin dal secolo IX risale agli antichi Egizi e veniva posto all’anulare della sposa perché si riteneva che fosse ritenuto sede dei sentimenti, mentre l’abitudine di incidere i nomi degli sposi e la data delle nozze all’interno fu introdotta nel secolo successivo.
Sapevi inoltre che gli anelli nuziali e di fidanzamento hanno origini molto antiche?

A questo punto care lettrici e lettori ho chiesto informazioni relative a come veniva concepito dai romani tale simbolo d’amore così lei sorridendomi mi spiega che…

Nell’epoca romana l’anello di fidanzamento, detto “anulus pronubus”, serviva a suggellare la promessa di matrimonio, mentre l’anello nuziale, detto invece “vinculum”  era costituito da ferro.
La cosa che maggiormente desta attenzione è che inizialmente veniva indossato solo dai maschi, ma presto venne esteso anche alle donne.
Inoltre, le matrone romane possedevano fedi nuziali cui era applicata una piccola chiave, segno della loro autorità in famiglia.

Poi si ferma, guarda l’orologio e commenta a viva voce che è passata una bella quindicina di minuti.
Incredibile, quante di quelle cose si scoprano, non trovate?

Lo spodalizio della Vergine di Raffaello Sanzio

Michela F

Sono nata nel 1984 e credo nel potere della scrittura: comunicare emozioni vissute nella vita.
Michela F

Latest posts by Michela F (see all)

0 Comments

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

©2019

CONTATTACI

Non siamo presenti al momento, scrivici, ti risponderemo il prima possibile !

Sending
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account