Maggie e Ike

 

Care amiche e amici di Marriage and more, oggi è uno di quei week-end in cui ho voglia soltanto di concedermi un pò di tempo per me stessa, detto fatto! Ho affittato un buon Dvd cui seguono un’alternanza di riflessioni condivisibili o no (dipende dal background culturale di ognuno) …

C’è chi scappa dalla paura di soffrire un’altra volta, chi si butta senza pensarci due volte in qualche nuova storia decidendo di costruire un percorso fatto di condivisioni, rispetti reciproci ma pur sempre in piena elasticità mentale vedendo con fiducia il crescere di una relazione che porterà (se siamo fortunate) all’altare e chi (come nel caso) di Maggie Carpenter giovane e irrequieta ragazza del Maryland decide di essere un’abituè del matrimonio easy e collezionare nella sua vita qualche matrimonio in più, non decidendo di sposarsi, fino all’arrivo di Ike…

Questa storia merita di essere raccontata per tracciare eventuali riflessioni.

Lui Ike Graham giornalista newyorkese rigorosamente divorziato che dopo aver perso il posto di lavoro decide di mettersi sulle tracce della mitica e molto chiacchierata Maggie (commessa di un negozio di ferramenta) decisamente esuberante, magnetica, imprevedibile e soprattutto collazionatrice di uomini; un pò insolita e lontana dai soliti clichè.

maggie e ike 1

Metafora di questo film-movie-married è la “corsa” e le “uova”. Nel film intitolato “Se scappi ti sposo”, pellicola del 1999 diretto da Garry Marshall, si adotta con brillante genialità una serie di stratagemmi che fanno incuriosire e catturano l’attenzione; una di queste “le scarpe” dove una splendida Julia Roberts con una dichiarazione decisamente sui generis, donando un paio di scarpe da running usate, al suo uomo interpretato dal bel tenebroso Richard Gere mette in luce i suoi sentimenti decidendo di non scappare più verso l’altare; è una dichiarazione d’amore che fa sorridere e riflettere.

Di facile comprensione è la maratona del just married nella quale durante il percorso si analizzeranno le personalità dei due protagonisti del film, Maggie e Ike, e i personaggi che ruoteranno intorno alla loro sfera emotiva ma anche lavorativa.

Si vedrà nel corso del film un cambiamento della bella e combattiva protagonista che attraverso introspezioni e l’avvicinamento del bel Ike capirà realmente se stessa e ciò che ama; in particolar modo senza doversi adattare a chi ha sempre avuto accanto e sarà proprio il giornalista Graham attraverso efficaci parole a farle comprendere il vero significato di ciò che si vuole nella vita, solo dopo aver intervistato e solo dopo aver preso di mira i 3 + (il quarto che si aggiungerà dopo) dei mancati sposi.

Un’altra metafora è quando nel pieno svolgimento del secondo tempo lui intervista lei su i suoi gusti culinari,ponendole una semplice domanda quella di “Come ti piacciono le uova?” Dove analizzerà insieme a lei che durante il percorso affettivo i suoi gusti sono stati mutevoli in quanto l’hanno vista cambiare sempre per il semplice fatto che non avesse attenzionato in primis se stessa..

maggie e ike 2maggie e ike 3

Vediamo che con estrema disinvoltura Maggie passa ad apprezzare prima le uova strapazzate come il suo ex oramai prete, poi le uova fritte come il chitarrista e poi le uova in camicia…

Ciò che si traccia è la continua ricerca della protagonista nel voler accontentare gli altri, fortunatamente fra ghirigori di affettività e litigi fra i due si capirà realmente cosa vuole Maggie Carpeter…le uova all’ostrica!

Maggie è stata interpretata nel migliore dei modi da Julia Roberts attribuendone la giusta valenza di personaggio caratterizzante all’interno dell’opera cinematografica e anche il buon George merita di essere attenzionato sia come attore che come protagonista della pellicola (anche perché non è stato facile stare dietro al vulcano in piena eruzione come Maggie).

Questo care amiche e amici è un film che trae delle conclusioni che sono quelle che fondamentalmente anche la più celeberrima delle donne che ama storie easy è in grado di provare amore e di fare in modo che le proprie barriere lascino il posto a quello che più di bello ci sia..

Un’altra delle considerazioni che ne scaturisce è che in amore vige la regola di rafforzare le proprie individualità (vedi l’esempio delle uova nel film dove Maggie si abbandona al gusto degli altri per assecondare i suoi uomini: scelta sbagliatissima) perché si può instaurare un rapporto in piena autonomia e individualità.

Voi cosa ne pensate?

Michela F

Sono nata nel 1984 e credo nel potere della scrittura: comunicare emozioni vissute nella vita.
Michela F

Latest posts by Michela F (see all)

0 Comments

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

©2019

CONTATTACI

Non siamo presenti al momento, scrivici, ti risponderemo il prima possibile !

Sending
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account